12 regole cibi +

5. Principalmente vegetale

CIBI VEGETALI

Forse non siamo ancora tutti in pieno accordo su quali siano gli elementi che fanno bene dei vegetali, ma ormai quasi nessuno ne contesta i benefici.
Le indagini epidemiologiche e gli studi scientifici hanno dimostrato che gli alimenti prevalenti dell’alimentazione di un popolo possono essere differenti; la longevità di una popolazione non si spiega con un solo fattore nutrizionale: vivono ugualmente a lungo gli abitanti delle isole greche con schemi preferenzialmente vegetariani, come gli eskimesi mangiando molti grassi, purché si tratti sempre di alimenti veri, non industriali.
Ma nelle popolazioni più longeve e con i migliori caratteri di una vita sana, gli alimenti vegetali risultano sicuramente predominanti.

Alimenti vegetali preferiti nelle popolazioni longeve:
Verdura / Frutta / Frutta secca a guscio
Legumi / Cereali integrali / Olio d’oliva

Le caratteristiche fondamentali degli alimenti di origine vegetale
Contengono quantità importanti di molte vitamine, quasi tutti i sali minerali, fitocomposti con efficaci effetti antiossidanti, una considerevole quantità di fibre sia digeribili che indigeribili, proteine di ottima qualità e che, se uniamo i vari alimenti, ad esempio i cereali con i legumi, contengono tutti gli aminoacidi essenziali, acidi grassi essenziali mono e polinsaturi, carboidrati complessi e tanta acqua. Hanno un medio potere energetico, ma non fanno ingrassare, anzi mantengono o riducono il nostro peso corporeo.
Ripeto quello che Michael Pollan scriveva nel suo celebre libro “In difesa del cibo”: – I cibi sono più della somma dei loro nutrienti e i regimi alimentari sono più della somma dei loro cibi-.
L’errore più grande che viene ripetuto dai media, ma anche dalla scienza è quello di ridurre il valore complessivo di tutta l’alimentazione agli specifici effetti chimici o di laboratorio di un particolare elemento o micronutriente.
Neppure un singolo alimento o un particolare cibo può spiegare da solo il rapporto tra l’alimentazione e il benessere.
Il fattore determinante del benessere, della longevità, della vita lunga in salute è forse l’olio d’oliva? Oppure lo sono i semi oleaginosi e la frutta secca a guscio? I fagioli? Oppure il vino rosso o il pesce azzurro? La carne di animali allevati liberamente o le piante crucifere? Le spezie, le erbe aromatiche o il pane integrale?
O il segreto della vita lunga e felice lo possiamo ritrovare essenzialmente nella curcuma, nei preparati ad elevato contenuto di magnesio, nel tè verde, nel licopene del pomodoro o nel resveratrolo del vino?
Probabilmente un po’ di vero c’è in tutti questi fattori nutrizionali e sicuramente in tanti altri alimenti del benessere, ma ormai è fondamentale capire che il modello del mangiare cibo vero, non industriale è nel suo complesso certamente più della somma di ogni suo elemento; non sono l’aglio, il carciofo, la curcuma, la mora, la pasta integrale, la lenticchia, la carne del pollo ruspante, l’acciuga o lo yogurt a condurci verso il benessere e una vita lunga e sana, ma è l’insieme del modello alimentare salutare; non sono la bibita, la caramella, lo zucchero, la carne di allevamento intensivo, il pesce allevato, lo snake o il sale a dirigerci verso una vita più breve e piena di malattie, ma l’insieme del modello alimentare insalubre.
Un consumo di cibo vero ci conduce verso il benessere, ma un elevato utilizzo di alimenti vegetali e naturali rende tutto più facile e i risultati sono univoci e duraturi.
Per una vita lunga e in salute i prodotti vegetali al naturale rappresentano sicuramente uno dei maggiori capisaldi.
L’esame accurato degli studi scientifici e delle osservazioni di popolazione pone sempre più l’attenzione verso una alimentazione tendenzialmente vegetariana, con l’apporto moderato di cibo proveniente da animali allevati in modo libero.

Mangiamo tutti i giorni, più volte al giorno, per circa il 90% della nostra alimentazione, ALIMENTI VEGETALI.

Similar Posts

Lascia un commento