12 regole mangiare con arte

b. Considerazioni riepilogative sulle scelte dietetiche

CONSIDERAZIONI RIEPILOGATIVE

La dieta (stile di vita e alimentazione quotidiana sana ed equilibrata) rappresenta il più importante singolo fattore di rischio per morte prematura e disabilità.
I pazienti, i medici e le “mode” hanno quasi sempre focalizzato la propria attenzione primaria sul calo ponderale “in qualsiasi modo” più che su aspetti nutrizionali o relativi alla salute.
Il calo ponderale è importante, ma lo sono altrettanto gli alimenti scelti, la loro preparazione, conservazione, cottura e utilizzo.

È necessario focalizzare l’attenzione sugli alimenti e non sui macronutrienti e/o sui micronutrienti (su pane, pasta, zucchero, pesce, verdure e non sui singoli elementi come una proteina, i grassi, una vitamina, un fitonutriente…) per condurre alla comprensione dei concetti di una dieta salutare.

Le raccomandazioni del medico sugli stili alimentari possono essere utili al paziente nell’intraprendere modifiche positive sulle proprie abitudini.

Modelli dietetici con effetti positivi sulla salute comprendono la Dieta Mediterranea, la dieta nota come Dietary Approaches to Stop Hypertension, le Dietary Guidelines for Americans del 2015 e il cosiddetto Healthy Eating Plate.
La maggior parte delle altre diete che vengono proposte dai media, sono fantasiose, scarsamente credibili, se non decisamente pericolose.

Gli effetti benefici delle diete serie comprendono la prevenzione di malattie cardiovascolari, carcinomi, diabete mellito di tipo 2, obesità.

I modelli dietetici menzionati sono supportati da chiare evidenze, e pongono un’attenzione particolare su alimenti non raffinati, frutta e verdura, grassi e proteine vegetali, legumi, cereali integrali, frutta secca a guscio.

Gli zuccheri aggiunti andrebbero limitati moltissimo (meno del 5-10% dell’introduzione calorica totale).

Le fonti di carboidrati dovrebbero primariamente comprendere legumi, cereali integrali, frutta e verdura.

Verdure (patate escluse) e frutta dovrebbero costituire la metà di ciascun pasto.

L’assunzione di alimenti con grassi mono-insaturi (olio di oliva, avocado, noci) e di acidi grassi omega-3 (semi di lino, pesci d’acqua fredda, noci) è di aiuto nella prevenzione di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 e decadimento cognitivo.

Similar Posts

Lascia un commento